Category Archives: massimi sistemi

Cose che ho imparato lavorando a un progetto grande-e-complesso.

Che è bello sentirsi parte di un gruppo: e che è ancora più bello trovare dento il gruppo un alleato con cui condividere fatica e gioia, onori e oneri, timore e tremori ed esilaranti e sboccate telefonate di complimenti reciproci. … Continue reading

Posted in festival, lavoro, libri, massimi sistemi | Tagged , , , | 1 Comment

Cose che mi sto perdendo lavorando a un progetto grandeebello.

Scrivere questo blog (o almeno, scriverlo con calma e non con la fretta che mi punzecchia le punte delle dita e mi fa agitare ritmicamente un piede, finendo per vibrare all’unisono con tavolo, computer, tazza di tè e blocco degli … Continue reading

Posted in massimi sistemi, virtù | Leave a comment

Stanchezza (ma non solo).

Dire che sono stanca è riduttivo. Forse rende di più l’idea dire che non ho il tempo per dormire, per pranzare, per fare colazione; che costringo la mia bella a cenare alle 22 e che le propino solo pizza o … Continue reading

Posted in Facebook, libri, massimi sistemi | Tagged , | Leave a comment

Questione di fiducia.

Da giorni, ormai, gira su facebook un video. Si vede una ragazza di una ventina d’anni, stesa su un divano, col corpo scosso da spasmi muscolari. Il testo del post spiega che la giovane, affetta da sclerosi multipla, soffre, appunto, … Continue reading

Posted in Facebook, food&wine, massimi sistemi, peccati capitali | Leave a comment

Consigli per i (piccoli) lettori.

A cinque anni ero una bambina bassetta e magra, in jeans e felpa con le toppe, perennemente in lotta col cerchietto e innamorata delle mie scarpe da ginnastica col velcro. Frequentavo la prima elementare, avevo una brava maestra e un … Continue reading

Posted in Facebook, gialli, libri, massimi sistemi | Tagged , , , | Leave a comment

Cronaca di un viaggio a Torino, ovvero come ho fatto a vivere trentaquattro anni senza vedere il Piemonte?

Lo ammetto, non sono stata del tutto sincera: prima di questa estate, ero stata già tre volte a Torino, per un totale di cinque o sei giorni: ma li avevo passati quasi tutti in un ospedale, per un intervento ai … Continue reading

Posted in città italiane, libri, massimi sistemi, Natalia Ginzurg | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Tra le due scelgo la terza.

Ogni inverno penso che non ci sia niente di più brutto dell’inverno: il freddo mi intristisce, il buio mi instilla torpore, odio la pioggia e gli ombrelli gocciolanti e i guanti che si perdono e le pozzanghere e i piedi … Continue reading

Posted in massimi sistemi, Palermo, peccati capitali, tempo atmosferico | Leave a comment

Stupore.

Il gelsomino africano che, ogni mattina, ha i tralci un po’ più lunghi, e verdeteneri e avvinghiati e sensuali; il profumo dei fiori che arriva, distinto, anche al divano del soggiorno. Un adolescente simpatico e capriccioso che decide di rivelarmi … Continue reading

Posted in massimi sistemi, virtù | Tagged , , , | Leave a comment

L’amore è.

I miei genitori che, trentacinque anni dopo, guardano la luna piena e dicono C’è la nostra luna!, perché nelle foto del matrimonio si vede che c’era la luna piena anche allora. Chi sta fuori a bagnare le piante nel mezzo … Continue reading

Posted in festività, massimi sistemi, Palermo, virtù | 1 Comment

Non dare sazio manco alla morte (e vantaggio manco agli sciancati).

Leggevo stamattina, nella penombra della camera da letto, mentre cercavo di convincermi che no, quei 74 messaggi da 7 chat potevano aspettare ancora una mezz’ora, leggevo stamattina, dicevo, che un personaggio noto, in un’intervista di alcuni anni fa, ricordava come, … Continue reading

Posted in libri, massimi sistemi, peccati capitali | Tagged , , , | Leave a comment