Category Archives: massimi sistemi

Cronaca di un viaggio a Torino, ovvero come ho fatto a vivere trentaquattro anni senza vedere il Piemonte?

Lo ammetto, non sono stata del tutto sincera: prima di questa estate, ero stata già tre volte a Torino, per un totale di cinque o sei giorni: ma li avevo passati quasi tutti in un ospedale, per un intervento ai … Continue reading

Posted in città italiane, libri, massimi sistemi, Natalia Ginzurg | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Tra le due scelgo la terza.

Ogni inverno penso che non ci sia niente di più brutto dell’inverno: il freddo mi intristisce, il buio mi instilla torpore, odio la pioggia e gli ombrelli gocciolanti e i guanti che si perdono e le pozzanghere e i piedi … Continue reading

Posted in massimi sistemi, Palermo, peccati capitali, tempo atmosferico | Leave a comment

Stupore.

Il gelsomino africano che, ogni mattina, ha i tralci un po’ più lunghi, e verdeteneri e avvinghiati e sensuali; il profumo dei fiori che arriva, distinto, anche al divano del soggiorno. Un adolescente simpatico e capriccioso che decide di rivelarmi … Continue reading

Posted in massimi sistemi, virtù | Tagged , , , | Leave a comment

L’amore è.

I miei genitori che, trentacinque anni dopo, guardano la luna piena e dicono C’è la nostra luna!, perché nelle foto del matrimonio si vede che c’era la luna piena anche allora. Chi sta fuori a bagnare le piante nel mezzo … Continue reading

Posted in festività, massimi sistemi, Palermo, virtù | 1 Comment

Non dare sazio manco alla morte (e vantaggio manco agli sciancati).

Leggevo stamattina, nella penombra della camera da letto, mentre cercavo di convincermi che no, quei 74 messaggi da 7 chat potevano aspettare ancora una mezz’ora, leggevo stamattina, dicevo, che un personaggio noto, in un’intervista di alcuni anni fa, ricordava come, … Continue reading

Posted in libri, massimi sistemi, peccati capitali | Tagged , , , | Leave a comment

Quando una persona sta male.

Quando una persona sta male non è sempre uguale: cambiano le persone che stanno male e cambiano i modi di stare male. Si può stare male per poco tempo, o per molto, o per sempre. Si può stare malissimo e … Continue reading

Posted in massimi sistemi | Leave a comment

Mi piace.

Il profumo dei gelsomini dolcesuadente estenuato nelle sere calde di maggio, l’odore grigiometallico di pioggia dei primi giorni freddi di ottobre, il sentore terroso di camino che colpisce, pungente, in certi crepuscoli di dicembre. La consistenza di velluto rigido delle … Continue reading

Posted in Giorgio Caproni, libri, massimi sistemi, tempo atmosferico, virtù | Tagged | Leave a comment

Cinquanta sfumature di amici.

Ci sono quelli che ci sono sempre: quelli che, negli ultimi vent’anni, hanno sempre fatto parte, con maggiore o minore assiduità, del tuo panorama personale. Quelli che ci tengono a ricordarti quando saranno liberi, che prenotano con settimane di anticipo … Continue reading

Posted in libri, massimi sistemi | Tagged , , | Leave a comment

Letture resistenti.

Martedì prossimo sarà il 25 aprile: la Festa cardine della storia italiana, il giorno della memoria e dell’orgoglio e della riflessione su quel che avrebbe potuto essere ma per fortuna non è stato, quello in cui dirci fieri e riconoscenti … Continue reading

Posted in libri, massimi sistemi, Natalia Ginzurg, Primo Levi, ricorrenze, scrittori | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

Consuetudini.

Sono una persona tendenzialmente pigra: lo sono fisicamente, e il mio aspetto lo rivela già alla prima occhiata, con la stessa dovizia di dettagli di una portinaia che ha saputo della tresca del ragioniere del terzo piano, e lo sono … Continue reading

Posted in libri, massimi sistemi, Primo Levi, scrittori | Tagged , , , , | Leave a comment