Il Visconte


Giovedì 1 dicembre alle 18,30 allo spazio WOW di viale Campania al 12 avrò il piacere di essere con Guglielmo Duccoli, Paolo Brera, Riccardo Mazzoni e Andrea Carlo Cappi a presentare IL VISCONTE, romanzo storico, ma anche di spionaggio, un’avventura di intrighi, passioni (non dimenticate il personaggio di Speranza…) inserito in una cornice accattivante e particolarmente riuscita. io credo che un buon romanzo sia anche quello che ha il coraggio di non seguire le mode, di narrare una vicenda con toni originali senza dimenticare la tradizione, di stupire e di avvincere. E il Visconte è tutto questo. per chi ancora non ha assistito a una presentazione con i due autori che sono anche ottimi entertainers un’occasione da non mancare. Un’occasione per sostenere la narrativa italiana di qualità. Scusate se è poco.
Il nizzardo José Pau alias il Visconte, reduce da avventurose missioni nella guerra di Crimea, è incaricato personalmente da Napoleone III di indagare sui movimenti austriaci, piemontesi e rivoluzionari nel Lombardo-veneto, alla vigilia di un conflitto che appare inevitabile. Amante dei fucili e della bella vita, pronto a cambiare identità e alleanze a seconda del momento, il Visconte nasconde molti segreti. E nel suo mondo non c’è spazio per i sentimenti. Eppure gli basta uno sguardo per innamorarsi di Speranza Schmertz, giovane donna ribelle alle regole del proprio tempo. Divisa tra il suo sangue austriaco e la passione che infiamma i giovani patrioti della Milano in cui è nata e cresciuta, Speranza vorrebbe prendere le armi e combattere per l’indipendenza d’Italia. Ignora che il padre, il barone Schmertzvon Niernstein, è il capo della polizia segreta del Lombardo-Veneto, e che ha appena affidato una duplice missione allo spietato e misterioso agente Victorde Larnac: scovare il Visconte nonché vegliare su di lei e sulle sue pericolose amicizie. Mentre il Visconte si muove tra salotti nobiliari, covi di cospiratori e campi di battaglia, l’Italia è ancora divisa tra i Savoia e il Papa, gli Asburgo e i Borboni. Il vero obiettivo di José Pau è sopravvivere e tornare da Speranza, ma deve prima affrontare quella che potrebbe essere la su aultima missione: fermare il generale Garibaldi prima che cambi il corso della Storia.

This entry was posted in Il libro della settimana, ricorrenze. Bookmark the permalink.

4 Responses to Il Visconte

  1. andrea-tortellino says:

    Dalla trama sembra molto interessante, poi sappiamo che Andrea (auguri per l’onomastico) ha una grande capacità di scrittura, io in onestà non ho mai letto libri di Paolo Brera, sicuramente colpa mia, questa potrebbe essere sicuramente una buona occasione per rimediare.
    In bocca al lupo per la presentazione e per il libro!
    Andrea

  2. Hot says:

    Come sai, Stefano, stimo Andrea e apprezzo le sue opere.
    Più volte, ad esempio, mi sono espresso in modo entusiastico sul suo “Le grandi Spie”: un vero capolavoro.
    Credo che il K non me ne vorrà troppo se affermo che, dalla trama, questo libro a me (giudizio strettamente personale) pare di una noia mortale.

    • ilprofessionista says:

      mi rendo conto che l’ambientazione può semrareun ostacolo.il romanzo è comunque un felice incontro tra le trovate rocambolesche di k ela dovizia dei particolari ricostruiti da Paolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *