IL SUONO D’ORIGINE: L’UOMO IN ACCORDO ALLA VITA

Centosettantatreesimo-post_Medicina-quantistica-spiritualità-prima-parteCompagni di viaggio biologici … Riflettiamo! Siamo corpi biologici che interagiscono con una mente, capace di imprese prodigiose, completati da un’anima. Siamo gli unici mammiferi del pianeta che proprio non riescono a stare fermi solo sul momento presente, ma sentono la spinta inarrestabile per avanzare ancora un poco, verso il progresso, verso terre e mondi inesplorati … Per qualche motivo, molto probabilmente registrato nel DNA, dobbiamo fare sempre di più, dobbiamo porci qualche domanda a cui cercare una risposta, ci volesse anche tutta la vita e di più! Poi capita, col progresso sempre più accelerante, di trovare qualche risposta, così da segnare una tacca in più sul centro della vittoria conoscitiva e applicata nella vita di tutti i giorni. E paradossalmente queste risposte, proiettate verso il futuro, fanno ripescare antichissime verità, sempre presenti in ognuno di noi, semplicemente dimenticate.

Una di queste è il suono d’origine.

Due ricercatori, Endrik Favero e Maria Guastamacchia, sfruttano le onde sonore per il riallineamento multifisico.

La materia fisica è il risultato di una frequenza: se si cambia una frequenza, corpo e struttura cambieranno.

Esiste un suono, detto suono di origine, che è presente in ognuno di di noi. Esso lavora sulla struttura del corpo e parla alle cellule. Possiamo quindi affermare che tale suono di origine riveste il ruole di linguaggio ancestrale, che lavora direttamente sulle strutture del DNA.

Potete ben capire come questo suono sia importante e come sia possibile risvegliarlo, per mezzo di esistenti tecniche audio e melodie studiate ad hoc, così da risvegliare uno stato di benessere e salute.

Quanto conosciamo del corpo umano? Tanto. E tante saranno ancora le sorprese.

La cosa sorprendente è che ogni atomo nel tuo corpo viene da una stella che è esplosa. E gli atomi nella tua mano sinistra vengono probabilmente da una stella differente da quella corrispondente alla tua mano destra. È la cosa più poetica che conosco della fisica:
tu sei polvere di stelle”.

Parola dell’astronomo Lawrence Maxwell Krauss.

This entry was posted in Attualità, HotNews, Mondo, Musica, Scienza and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *