Il ritorno del Tempo Nero – Le cronache di Felzer: un’avventura fantastica a 4 mani

Dò il benvenuto a Fabio Fracas e ad Alessandra Castelli nello spazio dedicato alla letteratura per ragazzi del blog Emozioni in corso.

Questa volta si parla di un fantasy tutto italiano, “Il ritorno del Tempo Nero – Le Cronache di Felzer” e sono subito curiosa di sapere com’è nata la scintilla creatrice di una storia così avvincente e allo stesso tempo, così affascinante!

Ciao Alessandra e ciao Fabio! Mi raccontate com’è nata una storia così avvincente e coinvolgente?

Alessandra: La storia è nata all’interno della scuola di narratologia Macadam – MacAdemia di Scritture e Letture di Fabio Fracas e l’inizio della mia avventura letteraria è stato piuttosto singolare! Mi ero rivolta alla scuola, infatti, perché desideravo scrivere un libro e pensavo che avrei dovuto frequentare dei corsi prima di farlo. Invece, Fabio ha accolto la mia richiesta immediatamente! Da quel momento in poi, per me è iniziata un’avventura affascinante nel mondo della scrittura. Un percorso ricco di insidie per un’esordiente come me ma con l’aiuto di Fabio sono riuscita a scrivere esattamente ciò che desideravo. Di errori ne ho fatti tanti, all’inizio, ma grazie ai consigli e agli strumenti che Fabio mi forniva man mano, ho potuto scrivere una storia con uno sviluppo narrativo convincente.

Fabio: È vero: è andata proprio così! Quando Alessandra si è presentata alla scuola, così determinata e disponibile a impegnarsi, ho deciso di metterla alla prova e di aiutarla. La realizzazione della prima versione del testo ha richiesto un grosso impegno ma devo ammettere che Alessandra ce l’ha proprio messa tutta. Ecco perché ho scelto di fare mio questo progetto e di dedicargli tempo e risorse perché riuscisse nel miglior modo possibile. Devo dire che adesso, a cose fatte, ne sono molto soddisfatto!

Cosa vuol dire per Alessandra e Fabio scrivere a 4 mani un libro come le Cronache di Felzer?

Alessandra: Per me è un onore! Un autore del calibro di Fabio che si “abbassa” a scrivere un libro con un’esordiente qual sono, è una lezione di grande umiltà che spero di aver imparato bene. Il libro era il mio sogno e l’ho realizzato in pieno solo grazie alla grande professionalità e lungimiranza di Fabio unite a un’infinita pazienza, ovviamente!

Fabio: Alessandra è molto gentile ma tutti quelli che mi conoscono sanno che, come insegnante, sono molto esigente. D’altronde, scrivere un libro non è facile… farne un buon testo, poi, è ancora più difficile. Sotto “Il Ritorno del Tempo Nero” c’è un lavoro enorme: dallo studio dell’ambientazione alla caratterizzazione dei personaggi; dalla ricerca di una trama avvincente all’inserimento di tematiche attuali e importanti. Sulla lingua del testo e sulla scrittura, poi, sono state fatte numerose considerazioni perché risultasse contemporaneamente scorrevole, godibile e leggibile su diversi piani. Si tratta di un libro per ragazzi, infatti, ma i messaggi che contiene possono essere vissuti e condivisi anche dagli adulti. Non a caso, è il primo volume di una saga, “Le Cronache di Felzer”, che negli anni evolverà verso contenuti sempre più coinvolgenti!

Nella lettura de “Il Ritorno del Tempo Nero”, che pagina dopo pagina ti rapisce e trasporta sull’isola di Felzer, non c’è nulla che stoni né ci sono scalini su cui il lettore può inciampare. Questo significa che sia le vostre mani che le vostre menti si sono ben intrecciate fra loro per raggiungere omogeneità, qualità narrativa e un livello di sceneggiatura fantastico. Ci raccontate com’è andata?

Alessandra: Direi piuttosto che Fabio ha avuto la capacità di leggere tra le righe e in fase di riscrittura è riuscito a dare al libro lo spessore necessario perché non fosse semplicemente un libro divertente. L’analisi di alcuni aspetti della nostra società e l’insegnamento che il libro offre, sono aspetti evidenziati in fase di editing dalla grande penna di Fabio. Io ho imparato strada facendo le tecniche necessarie per dare questo spessore alla storia. Sempre che si abbia qualcosa da dire, naturalmente!

Fabio: Un libro a quattro mani come questo nasce per gradi. Dopo l’iniziale scrittura, Alessandra ci ha lavorato sopra – assieme a me – per molto tempo prima che il testo assumesse una forma semi definitiva. A quel punto, abbiamo deciso tutto ciò che serviva per renderlo esattamente così come lo volevamo e poi ho cominciato la fase di riscrittura. Non ti nascondo che, per vari motivi, “Il Ritorno del Tempo Nero” è stato riscritto da cima a fondo ben quattro volte prima che ne fossimo completamente soddisfatti. L’editing ha dato omogeneità al tutto e in fase di revisione finale ci siamo tolti anche i più piccoli sfizi!

“Il Ritorno del Tempo Nero” è la vostra prima esperienza narrativa di scrittura per ragazzi?

Alessandra: Eh sì… e non avrei mai creduto che scrivere fosse così affascinante e impegnativo!

Fabio: Per me, invece, è una tradizione molto lunga iniziata verso la fine degli anni ottanta del secolo scorso con i primi racconti e le avventure per i Giochi di Ruolo, e proseguita poi attraverso i tanti testi che ho avuto la fortuna e la possibilità, di scrivere. Fra gli ultimi quelli che mi hanno dato maggiore soddisfazione, pubblicati entrambi da De Agostini, sono stati “Planet 51” – il libro tratto dall’omonimo film animato del 2009 – e “I Gormiti – Minaccia su Gorm”. Quest’ultimo è stato un vero e proprio best-seller tradotto anche in spagnolo e portoghese.

Quale segreto occorre e quale magica combinazione, tanto per restare in tema con le avventure che i bambini Anna e Carlo vivono con i Trappik, serve per arrivare ad avere un buon risultato di scrittura e di favore del pubblico

Alessandra: Credo che per interessare il pubblico occorra avere qualcosa da dire, prima di tutto, e poi, saperlo dire bene! Per quest’ultimo aspetto o sei dotato da madre natura di un’ottima penna oppure devi frequentare una scuola di scrittura seria. E poi è fondamentale la figura dell’editor.

Fabio: La buona scrittura, a mio parere, deriva da due fattori importantissimi: l’umiltà e la voglia di mettersi in discussione. Solo possedendo entrambi si possono approcciare le tecniche di scrittura partendo dal lavoro dei grandi autori e sforzandosi di fare propri meccanismi a volte ostici. Il confronto, poi, è fondamentale: se non siamo in grado di accettarlo non saremo mai dei validi scriventi. Per il successo di pubblico, invece, bisogna riuscire a far capire ai potenziali lettori che all’interno del testo troveranno esattamente quello che gli interessa. “Il Ritorno del Tempo Nero” è un libro che parla ai ragazzi e agli adulti, che affronta temi etici e di attualità, che diverte e fa riflettere. Un libro che ho scritto, così come Alessandra, anche per i miei figli e che so che, nella vita, tornerà loro utile in vari modi. Anche solo per aiutarli a vedere il mondo con occhi nuovi.

Ma non finisce qui, vero? Il sotto titolo “Le cronache di Felzer” già promette nuove avventure con i simpaticissimi Trappik, con i Polarek e con il loro strano mondo fatto di oggetti che si trasformano. Avete già accennato al fatto che si tratta di una saga, potete dirci di più su questo aspetto del libro?

Alessandra: Si, non finisce qui! Come hai detto giustamente tu, Lucia, il sotto titolo “Le Cronache di Felzer” fa chiaramente riferimento agli altri volumi della serie. Ti do qualche indicazione… nel primo libro abbiamo messo in luce il “trasformismo” insito nella nostra società, con tutto ciò che ne consegue, e abbiamo anche affermato la necessità di una chiara presa di posizione, fatta da ciascun individuo, per riuscire a contrastare il Male. Nei prossimi volumi affronteremo altre tematiche dello stesso livello di importanza… c’è molto da dire sulla nostra attuale società e noi abbiamo voglia di raccontarlo!

Fabio: Alessandra ha già detto molto! Io mi limito ad aggiungere che chi avrà la voglia e il piacere di seguirci, scoprirà all’interno de “Le Cronache di Felzer” un intero mondo!

Alessandra, questa domanda è solo per te. Fabio Fracas è un autore conosciuto e abbiamo già avuto modo di confrontarci con i suoi libri e di venire a conoscenza dei suoi metodi di lavoro. Tu, che sei alla tua prima esperienza, quanto tempo hai dovuto dedicare a questo progetto? Ne è valsa la pena?

Alessandra: Poiché ho dovuto apprendere il mestiere strada facendo, solo per la prima stesura mi ci è voluto tutto un intero anno di lavoro. Poi, Fabio e io abbiamo rivisto insieme il lavoro ancora una volta e successivamente, Fabio ne ha curato la riscrittura (per ben quattro volte) e infine, l’editing. D’altronde Fabio non poteva darmi i ferri del mestiere in mano prima di leggere ciò che producevo e quindi, prima, ho dovuto scrivere e solo dopo, in seconda battuta, ho potuto affrontare e risolvere, ancora grazie a Fabio, i diversi problemi inerenti alla storia! È stato un lavoro affascinante, certosino ma soprattutto, necessario! E d’altra parte questo è proprio il metodo MacAdemia: la scuola che ho iniziato a frequentare dopo la prima stesura del libro e che frequento tuttora… perché non si finisce mai di imparare!

Ottimo! E adesso, un’ultima domanda a Fabio: ci dai tutti i riferimenti sul libro? Dove possiamo trovarlo, se esiste qualche pagina Web dedicata e così via!

Fabio: Certamente! “Il Ritorno del Tempo Nero” è pubblicato da LCF Edizioni, www.lcf-edizioni.it, e si può acquistare sia nelle librerie – se non ce l’hanno disponibile, basta farglielo ordinare – sia direttamente tramite Web all’indirizzo http://www.dgs3-editrice.it/fantasy/84-felzer-9788898536009.html. Tra l’altro, in questo momento – e fino al primo settembre – è attivo un concorso che consente a chiunque acquisti online dal sito DGS3 una copia del libro di partecipare all’estrazione di un Corso Generale di Scrittura targato MacAdemia – www.macademia.it – e di numerosi libri del catalogo narrativa della casa editrice. Chi desidera conoscere più a fondo il mondo di Felzer, inoltre, può mettere un “Mi piace” sia sulla pagina Facebook de “Le Cronache di Felzer” sia su quella di “LCF Edizioni”. Per comodità, ti segnalo il collegamento diretto di entrambe: https://www.facebook.com/LeCronacheDiFelzer, https://www.facebook.com/LCFEdizioni.

 

 

 

This entry was posted in attualità, Cultura, emozioni, Gossip, letteratura per bambini e ragazzi, Libri, Mondo, Scrittori, Tempo libero, un caffè con l'Autore and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *