Christian Knorr Von Rosenroth: La Kabbalah Denudata

 

Christian Knorr Von Rosenroth

Nasce a Alt-Raudten il 15 luglio 1636. Appassionato e studioso di lingue orientali, si dedicò all’ebraico, idioma i cui rudimenti aveva acquisito viaggiando all’estero.

Inizia così un lungo percorso di analisi della Kabbalah, in cui sperava di trovare le prove della dottrina del Cristianesimo.

Il suo più grande lavoro è la sua Kabbalh denudata, sive Doctrina Hebraeroum Transcendentalis ed Metaphysica Atque Theologia.

Suddivisa in tre volumi, contiene la nomenclatura cabalistica, la Idra Rabba e Idra Zuta, la Sifra di-Zeni’uta e saggi cabalistici di Neftali Herz e Jacob Elhanan, oltre alla ha Sha’ar-Shamayim di Abraham Cohen de Herrera e alcuni scritti Isaac Luria.

Potete trovare qui i riferimenti alla sua biografia

http://en.wikipedia.org/wiki/User:PuckSmith/Christian_Knorr_von_Rosenroth

La Kabbalah Denudata

 

In questa sua opera, Rosenroth tenta di tradurre a suo modo la Kabbalah con lunghi processi, a volte errati, servendosi anche di una pubblicazione sull’alchimia e la Cabala, Esh ha-Mezaref, andata perduta e conservata solo in alcune parti proprio grazie a Rosenroth.

Spiega dettagliatamente l’Albero cabalistico, la dottrina dello zinzum e del caos primordiale (tohu), con un’introduzione allo Zohar.

Vi sono capitoli dedicati all’angelologia e alla demonologia e un capitolo dedicato alla Cabala cristiana, un’opera separata in appendice, la Adumbratio Kabbalae Christianae.

Il volume per la sua portata di traduzioni da grandi autori ebraici e per le argomentazioni e gli studi riportati fu determinante per l’immagine della Cabbala agli occhi di storici e filosofi fino alla fine del XIX secolo.

Qui potete trovare una scansione dei testi originali da microfilm:

http://www.billheidrick.com/Orpd/KRKD/index.htm

This entry was posted in MISTICA E SIMBOLISMO, Recensioni, Uncategorized and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply