GREEN AIR: LA RICERCA SCIENTIFICA PER LA TERRA CHE PARTE DALLO SPAZIO

Duecentottantesimo-post_Green-AirCompagni di viaggio itineranti, il viaggio per la comprensione della ricerca nello spazio continua il suo percorso di conoscenza, indispensabile per la padronanza delle scoperte che sono previste.

Un progetto aerospaziale ambizioso è Green Air, una missione spaziale nata per risolvere i problemi di inquinamento atmosferico sulla Terra.

 

Risultato di un accordo tra l’ASI e AGT Engineering, l’obiettivo di Green Air è quello di utilizzare la sperimentazione in microgravità per caratterizzare il comportamento di nuovi combustibili durante il processo di combustione. Questa maggiore conoscenza potrà migliorare la gestione dei problemi d’inquinamento, i cambiamenti atmosferici, il riscaldamento globale e gli incendi.

Il programma prevede due esperimenti: Diapason e ICE.

 

L’esperimento Diapason consiste nell’installazione nei moduli della Stazione Spaziale Internazionale ISS di un software atto a rilevare particelle nell’aria di dimensioni di qualche nanometro, i cui risultati andranno ad alimentare gli studi applicati all’inquinamento atmosferico. Esso è stato realizzato dall’italiana DTM, spin-off della Ferrari.

La ricerca delle condizioni di combustione ideale passa attraverso la definizione dei coefficienti correttivi, la nebulizzazione del combustibile in particelle sferiche della grandezza di qualche nanometro è resa possibile dall’assenza di gravità nella ISS.

 

ICE, acronimo di Italian Combustion Experiment, è lo studio di nuovi combustibili a basso impatto ambientale, studio reso possibile dalla collaborazione tra il CNR di Napoli e il Glenn Research Center della NASA. Lo studio ha il focus sul comportamento di biocombustibili sintetici in condizioni di microgravità, in particolare i processi di combustione e di evaporazione.

 

Una dichiarazione di Luca Parmitano, astronauta italiano con parte attiva nel progetto “Green Air” all’interno della ISS, ben descrive gli orizzonti che la ricerca scientifica pone: “Mai come nello spazio ti accorgi che i confini non esistono”.

This entry was posted in Attualità, Hightech, HotNews, Lavoro, Mondo, People, Scienza, Sogni, Tempo Libero, Uncategorized, Viaggi and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to GREEN AIR: LA RICERCA SCIENTIFICA PER LA TERRA CHE PARTE DALLO SPAZIO

  1. Bonnye & Clay says:

    Splendido progetto, un po arduo a livello globale, forse se si ridurrebbero le emissioni di CO2 e le Nazioni usassero maggioreenergia pulita già si otterebbe un buon risultato e un primo traguardo, la Germania ha fatto i primi passi in questa direzione anche se ancora inquina. Sì, c’è molto da fare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *