GAIA: L’AVVENTURA GALATTICA DI UNA SONDA SPAZIALE, PER LA SCOPERTA DI NUOVE STELLE, PIANETI E GALASSIE

Duecentosettantanovesimo-post_GaiaCompagni di viaggio interplanetari, questa settimana vi racconterò una storia, una storia galattica, cominciata già cinque anni or sono.

Una decina di giorni prima che terminasse l’Annus Domini 2013 venne lanciata una missione spaziale, dal nome evocativo: Gaia, come la dea della Terra nella mitologia ellenica.

Il giorno 19 dicembre 2013 il vettore Soyuz-Fregat mise la sonda Gaia in orbita, così cominciò l’avventura galattica di mappatura astrometrica tridimensionale della galassia che, più o meno consapevoli, abitiamo: la Via Lattea.

La costruzione di questa mappa galattica intende studiare e comprendere la formazione, la composizione e l’evoluzione della galassia stessa. I due telescopi di Gaia hanno scansionato e continuano a scansionare la volta celeste, così che ogni zona del cielo possa essere osservata e rielaborata settanta volte nel corso della vita utile del satellite. Un’osservazione così accurata è resa possibile dalla strumentazione di Gaia, che prevede una serie di specchi, e dalla possibilità di poter rielaborare i dati resi fruibili dai moti di rotazione e di precessione della sonda stessa.

In termini pratici, Gaia sta registrando dati astrometrici di oltre un miliardo di stelle e astrofisici circa la luminosità nelle diverse bande spettrali così da poter rielaborare queste informazioni e studiare la composizione chimica, la dinamica, quindi la formazione e l’evoluzione della galassia. Il livello di dettaglio coinvolge la ricerca e la scoperta di pianeti extrasolari, asteroidi, quasars e altre galassie, oggi non conosciuti.

Dal momento che la scienza è fatta di fatti, il diario di bordo degli ultimi mesi di Gaia dà un’idea dell’eccezionale lavoro svolto dalla sonda.

Il mese di settembre 2016 ha visto la pubblicazione della prima catalogazione e mappatura 3D nella storia di oltre un miliardo di stelle. Grazie al lavoro costante di osservazione, registrazione e rielaborazione dati di Gaia, la posizione esatta e la luminosità di ben 1142 milioni di stelle è oggi nota. Questo passo presuppone una passeggiata galattica di tanti altri passi verso la comprensione della distribuzione e della dinamica di queste stelle attraverso la Via Lattea.

Per comprovare la qualità dei dati Gaia ha misurato la distanza fino alla Grande Nube di Magellano, la galassia nana probabile satellite della Via Lattea, test che ha dato esiti positivi. La comprensione delle distanze cosmiche sta diventando un obiettivo raggiungibile.

Nel mese di aprile 2017, Gaia si è spinta oltre la Via Lattea nella sua osservazione delle stelle non conosciute. Il risultato è un’immagine mai registrata in precedenza della Galassia del Triangolo M33, una galassia a spirale sempre nelle vicinanze della Via Lattea. Oltre al censimento di decine di migliaia di nuove stelle, Gaia ha permesso il censimento della nebulosa NGC 604 all’interno della Galassia del Triangolo, nebulosa, quindi una regione di stelle in formazione.

La fine della straordinaria missione galattica di Gaia è prevista per l’anno 2018, anche se non è inusuale osservare un allungamento della vita utile dei satelliti.

Sembra proprio che l’avventura galattica stia cominciando …

Lo scrittore Paulo Coelho sottolinea un’esigenza propria della specie umana: “La vita, senza avventura, non ha alcuna grazia”.

This entry was posted in Attualità, Cultura, Hightech, HotNews, Lavoro, Mondo, Scienza, Tempo Libero, Viaggi and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to GAIA: L’AVVENTURA GALATTICA DI UNA SONDA SPAZIALE, PER LA SCOPERTA DI NUOVE STELLE, PIANETI E GALASSIE

  1. Bonnye & Clay says:

    Sicuramente il progetto della missione Gaia è molto ambizioso, per l’utilità nel prossimo avvenire, pensando soprattutto ai costi, così come sulla capacità degli scienziati, grandi studiosi che spero possano tornare utile all’Umanità, dal momento che si sono investiti tanti soldi (anche se donati). Sicuramente i dati che si raccoglieranno con il Satelite Gaia saranno notevoli e di enorme importanza.
    I progetti sono molto significativi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *