Nati con la valigia

Roma: nel surrealismo di Dalì

Pubblicato il 29- Mar - 2012

“Salvador Dalì: l’uomo, l’artista” è la mostra che verrà proposta a Roma dal 9 marzo al 1 luglio 2012. Il Complesso del Vittoriano ha scelto Salvador Dalì come protagonista della mostra monografica di primavera: il genio bizzarro del Surrealismo, dall’immaginazione onirica, inaugura così la primavera museale romana preannunciando un grande successo e il tutto esaurito.
Dopo quasi sessanta anni dall’ultima retrospettiva, ritorna nella Capitale una grande esposizione dedicata a Salvador Dalì, uno degli artisti più celebri di tutti i tempi. La mostra organizzata in collaborazione con la Fondazione Gala-Salvador Dalì, propone un approccio inedito sulla figura dell’artista indagato in tutte le sue molteplici e diverse sfaccettature: pittore, disegnatore, pensatore, scrittore, appassionato di scienza, catalizzatore delle correnti delle Avanguardie, illustratore, orafo, cineasta e scenografo. Attraverso olii, disegni, documenti, fotografie, filmati, lettere, oggetti, la mostra si pone il compito di tessere il filo tra l’artista e l’uomo per restituire a tutto tondo il genio Salvador che ha saputo creare dalle sue bizzarrie caratteriali e biografiche un universo affascinante e suggestivo di immagini plastiche e letterarie davvero uniche. Viene qui presentato l’artista ma anche il genio con le sue invenzioni e l’uomo con le sue bizzarrie.
L’esposizione sarà la prima in Italia a seguire il maestro nel suo percorso verso l’astrazione: le 70 opere relative ai diversi periodi dell’artista saranno messe a confronto con i lavori di molti altri pittori. Si farà luce su un aspetto tutt’ora trascurato negli studi e nelle mostre a Dalì dedicate: il rapporto dell’artista spagnolo con l’Italia. Il Bel Paese sarà la costante, il filo rosso, l’elemento che terrà insieme tutte le opere esposte: attraverso documenti, fotografie, disegni, lettere, progetti, oggetti lo si potrà seguire nei suoi viaggi per l’Italia, e rivivere gli incontri per ideare collaborazioni artistiche, come quello con Anna Magnani e con Luchino Visconti.

Scrivi per collaborare!

Leave a Reply