Nati con la valigia

Quebec: delizie di mare e foresta

Pubblicato il 28- Mar - 2012

Tra marzo e aprile i primi raggi di sole primaverile sciolgono la spessa coltre di neve, in Québec la natura si risveglia e nell’aria si avverte il fermento della “stagione degli zuccheri”. E’ questo il periodo dell’anno in cui si estrae dalla pianta dell’acero, simbolo dell’intera nazione canadese, la linfa che, dopo una lenta lavorazione tradizionale tramandata dai nativi americani, diventerà il delizioso sciroppo d’acero conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
Ingrediente immancabile in tutti i piatti della tradizione popolare, questo è un prodotto legato in modo profondo ed inestricabile alla cultura del Canada, e del Québec in particolare: nella parte orientale della regione, nel Bas-Saint-Laurent, in un intrico di laghi e foreste, la tradizione dello sciroppo d’acero viene custodita e tutelata gelosamente, tanto che qui si può persino visitare l’ ÉCONOMUSÉE® Le Domain Acer, un museo dedicato a questo nettare delizioso, alla sua lavorazione e alla sua storia. All’interno del museo, una piccola bottega offre innumerevoli prelibatezze: potrete infatti acquistare gelatine, cioccolato, burro e liquore, tutto rigorosamente a base di sciroppo d’acero, per placare la vostra voglia di dolcezza.

Ma la generosa natura del Québec sa stupire e, per colpire i palati più esigenti e raffinati, gioca i suoi assi: la rinomatissima aragosta e il granchio delle nevi.
L’apertura della stagione della pesca ai crostacei è una vera e propria festa: a fine aprile, dopo il lungo inverno, i ghiacci si sciolgono liberando la baia e i pescatori possono finalmente tornare a navigare. In Gaspésie il lancio ufficiale della stagione ittica e la partenza dei pescatori di aragoste coincidono con una grande festa e con mille “party de homard”, durante i quali la popolazione si riunisce in piccoli gruppi e fa vere scorpacciate di aragoste, pesci e granchi freschissimi.
Ma per carpire il vero spirito degli homardier bisogna provare l’ebbrezza di trovarsi alle Îles de la Madeleine durante la messa in acqua delle gabbie e la benedizione delle barche. La cerimonia si svolge il primo o secondo sabato di maggio, a seconda dello stato dei ghiacci: un rito antico, quasi sacro, che accompagna la pesca delle aragoste e al quale partecipano entusiasti tutti gli abitanti delle isole. Ogni giorno, durante le nove settimane che vanno da maggio a luglio, 325 pescatori lasciano ogni mattina prima dell’alba il loro porto d’attracco e, carichi del loro prezioso bottino, fanno ritorno al porto soltanto nel tardo pomeriggio quando, tra l’entusiasmo generale, le aragoste vengono portate nei ristoranti tipici e cucinate in mille maniere, tutte incredibilmente deliziose!
La pesca del granchio delle nevi è anch’essa legata alla tradizione del Québec, dove viene praticata da decenni, e si svolge in totale armonia con la natura ed in modo ecologicamente sostenibile: i pescatori di granchi posizionano le gabbie per la cattura dei crostacei al largo e a grande profondità, tra i 45 e i 275 metri, ma sono autorizzati a raccoglierne soltanto una quota prefissata, raggiunta la quale la pesca viene sospesa.

In Bas-Saint-Laurent la prima uscita dei pescatori di granchi avviene in concomitanza con le celebrazioni di Pasqua e l’occasione è ghiotta per festeggiare doppiamente: il granchio delle nevi diventa il re della tavola attorno alla quale si riuniscono le famiglie del Québec, desiderose di salutare l’arrivo della bella stagione e di gustare il sapore unico di un cibo prelibato.

RICETTA GOLOSA: PANCAKES ALLO SCIROPPO D’ACERO
Ingredienti: 25 gr. di burro, 125 gr. di farina, 200 ml. di latte, 2 uova, 15 gr. di zucchero, 6 gr. di lievito in polvere, un pizzico di sale, sciroppo d’acero, zucchero a velo.
Procedimento: separate i tuorli dagli albumi. Unite i tuorli con il latte e il burro fuso e aggiungete, dopo averli setacciati, farina e lievito. Montate a neve (non ferma) gli albumi e lo zucchero, unite con delicatezza i due composti con un movimento dal basso verso l’alto. Mettete a scaldare a fuoco medio un padellino antiaderente del diametro di 10-12 cm., imburratelo e versate al centro un mestolo del vostro preparato; quando il pancake sarà dorato, giratelo dall’altro lato. Una volta cotto, mettetelo in un piatto, cospargetelo abbondantemente di zucchero a velo e sciroppo d’acero e gustatevi una colazione dal sapore québecois.

Scrivi per collaborare!

One Response to “Quebec: delizie di mare e foresta”

  1. BISE says:

    You write very interesting, the topics are interesting. I like your blog. For how long have you been blogging? How much time do you spend on this? I hope that I can use some of your opinions on my site. Yours, Maria

Leave a Reply