Arancine e martirii

I palermitani hanno da sempre una insana passione per le sante martiri; giovinette storpiate e malamente uccise, tradizioni cruente, devozioni grondanti sangue. Le patrone, esclusa la Santuzza Rosalia, comunemente dipinta come eremita, fanno a gara per la fine più trucida, per il martirio più efferato. Naturalmente Santa Lucia, la ragazzina con gli occhi nel piatto, è una beniamina del popolo di Palermo, che le ha dedicato una devozione ad hoc. In ricordo di una carestia che aveva privato la città del pane, risolta dalla Santa con l’arrivo di una nave carica di grano che i cittadini ingordi mandarono giù non macinato, il tredici dicembre ci si abbuffa in allegria, ma solo di riso, patate e grano cotto. Panifici assurdamente chiusi in una città dove si panifica a tutte le ore, dalle sei del mattino alle diciannove. Niente sfilatini, niente biscotti, niente rosticceria. Solo arancine e cuccìa.

Per i non sicilioti, spieghiamo subito che le arancine fimmine sono. Alla carne o al burro, oggi le troverete solo su prenotazione, o dopo una estenuante fila tra gomitate ed imprecazioni. A meno che non le facciate in casa, cosa molto più semplice di quanto si creda. Ma, mentre le arancine spadroneggiano in ogni periodo dell’anno, e le loro ricette si trovano con relativa facilità, la cuccìa, invece, è la misconosciuta della festa. È un dolce semplice, casalingo, che si mangia esclusivamente per Santa Lucia. Il grano, messo a bagno due giorni prima, viene cotto in pentola a pressione e poi, freddo, aggiunto a crema di ricotta (ricotta+zucchero+frullatore ad immersione), zuccata e cioccolato fondente a cubetti. Si mangia col cucchiaino, è buona e morbida e leggera, un dolce semplice come Lucia, la ragazzina uccisa per motivi più grandi di lei.

Una ricetta per le arancine l’ha data anche Camilleri, nel suo Gli arancini di Montalbano. Tradizionale, complessa, lunga, da preparare in un freddo pomeriggio di inverno. Ah, arancine, non arancini, plis.

2 thoughts on “Arancine e martirii

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *