Erg Rivara, il terremoto, il fracking che c’era ma non doveva esserci, le trivelle che non ci dovevano essere ma c’erano

Cominciano i primi retrofront da parte della stampa riguardo al “negazionismo” sulle possibili correlazioni tra trivellazioni e terremoto. E qualcuno comincia ad ammettere, tra le altre cose, che il fracking in Italia è praticato, eccome. Tuttavia, leggo sul Corriere che Ers “non ha fatto in tempo a dare il primo colpo di piccone, che è arrivato il terremoto”. E allora di chi erano, le trivelle che vediamo in giro da mesi? Per parafrasare una famosa pubblicità: chiedetelo a loro, agli agricoltori, ai pescatori che le hanno viste. E le esplosioni in piena notte, settimane prima del terremoto, chi le provocava e perché? Così, poi, ne riparliamo.

Un link fondamentale: l’articolo del fisico Maria Rita D’Orsogna sul fracking in Italia.

This entry was posted in notizie che leggo in giro, terremoto in emilia and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

7 Responses to Erg Rivara, il terremoto, il fracking che c’era ma non doveva esserci, le trivelle che non ci dovevano essere ma c’erano

  1. andrea says:

    io ti posso dire che conosco la proprietaria della ditta che ha trivellato e mi ha confermato che è vero

  2. Tiziano says:

    Ciao Barbara, ti segnalo anche questo interessante articolo (suggerito dal sismologo Mucciarelli, per me un’eminenza), sulla pratica di rispedire i liquidi di risulta delle estrazioni di gas naturale sotto la roccia e sotto la sabbia… Sono un profano, ma questo forse spiegherebbe anche gli episodi -“anomali” per un terremoto di magnitudo 5.9- di liquefazione delle sabbie?. E ancora: nella cartina si vede che in California queste tecniche hanno causato terremoti di magnitudo compresa tra 5 e 6…
    Un abbraccio. Ecco il link

  3. Paolo Maffei says:

    Questa Ers va tenuta marcata stretta….

    Bacio
    Ab 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *